L'alopecia areata

Solo seconda in fatto di diffusione all'alopecia androgenetica comune è l'alopecia areata, anch'essa una forma non cicatriziale di calvizie, ed anch'essa, così come la calvizie comune può colpire in egual misura uomini e donne, giovani e meno giovani.

Essa si presenta principalmente con la comparsa - relativamente rapida - di una o più chiazze che possono formarsi in misura rotondeggiante oppure ovalare, che presentano un diametro medio di circa 3 o 4 cm e che sono prive di capelli o di peli principalmente nella zona dove cresce la barba.

L'alopecia areata deve quindi il suo nome proprio alla sua manifestazione più tipica, e solo in casi più gravi essa può coinvolgere tutta la zona del cuoio capelluto - in tal caso prende il nome di alopecia totale - o tutta la zona del corpo per quanto riguarda i peli (alopecia universale).

Questa patologia può anche presentare un coinvolgimento delle zone legate a ciglia e sopracciglia, mentre una presentazione piuttosto rara ed insolita della malattia può essere la cosiddetta alopecia areata incognita, in cui si ha una diffusa perdita di capelli senza tuttavia la comparsa di chiazze.

Non si conoscono ancora con estrema certezza le cause che possono portare a soffrire di questa patologia, anche se un miscuglio di stati depressivi o ansiosi e cause genetiche possono sicuramente determinarne la presenza: per curare l'alopecia areata è necessario l'intervento tempestivo di un mirato programma terapeutico, in quanto spesso l'alopecia areata non si risolve in maniera autonoma e spontanea.