La Pseudoarea o Pseudopelade di Brocq

La Pseudoarea di Brocq (altrimenti chiamata anche Pseudopelade di Brocq), è una forma di alopecia di tipo cicatriziale identificabile sia a livello clinico che a livello istologico (in tal caso è possibile osservare un infiltrato linfomoncitario perifollicolare).

Questa forma di calvizie interessa diverse aree del vertice - piccole e numerose - ed ha una lenta evoluzione in senso centrifugo in assenza di significativi problemi di tipo infiammatorio.

La Pseudoarea di Brocq colpisce in particolare persone di sesso femminile - è quindi caratterizzata anche come una forma di calvizie femminile - tra i 20 ed i 40 anni, presenta un andamento progressivo ed un'evoluzione particolarmente lenta, e la sua natura eziopatogenetica è quasi del tutto oscura.

Si può tuttavia definire, in alcuni casi, questo tipo di alopecia come una forma secondaria di altri quadri e di altre malattie di tipo morboso, come ad esempio il Lupus eritamatoso discoide (ovvero una patologia autoimmune che può manifestarsi in due forme, una cutanea e l'altra sistemica), la sclerodermia (cioè una dermatosi di tipo cronico caratterizzata per lo più da un indurimento sclerotico della cute), la follicolite decalcante, ed il lichen planus (una dermatosi a carattere eruttivo).

Essa si presenta principalmente con chiazze glabre e di colore bianco-avorio, e nonostante l'atrofia possa non interessare in maniera completa tutte le aree alopeciche, i capelli rimanenti possono essere asportati semplicemente con una leggera trazione.