Alopecia cicatriziale ed alopecia non cicatriziale: differenze

Le cause dell'alopecia possono essere molteplici, ed è proprio in base ad esse che si stabilisce se una persona possa soffrire di alopecia cicatriziale o, al contrario, di alopecia non cicatriziale.

Le due forme di calvizie appena definite si differenziano soprattutto per il fatto che l'alopecia di tipo cicatriziale, a differenza dell'altra tipologia di calvizie, si forma sostanzialmente da malformazione, danneggiamento o  distruzione dei follicoli pilo-sebacei, che vengono sostituiti da tessuto cicatriziale in modo tale da non poter tornare a produrre peli. 

Ciò significa sostanzialmente che il primo tipo di alopecia è decisamente irreversibile rispetto al secondo tipo, e che quindi la gravità dell'alopecia cicatriziale è molto più marcata rispetto alla tipologia non cicatriziale.

Volendoci soffermare sulla calvizie di tipo cicatriziale, potremmo effettuare una sorta di elenco per chiarire i diversi sottotipi di questa patologia:

  1. Alopecia cicatriziale primaria: può essere definita ereditaria ed in parte congenita in quanto rientra proprio nell'ambito di un insieme di alterazioni che si manifestano da una sindrome ereditaria.
  2. Alopecia cicatriziale primaria acquisita: è un tipo di alopecia che si può presentare in concomitanza ad altre patologie, come ad esempio alcune dermatosi di origine autoimmune.
  3. Alopecia cicatriziale secondaria: essa rappresenta il caso in cui ad essere colpito direttamente dall'infiammazione non è il follicolo, ma l'infiammazione può avere delle conseguenze anche su di esso così come un processo tumorale, la radioterapia e le ustioni.