Interventi chirurgici ed effluvio

L'effluvium - o effluvio, dal latino "spargimento", "versamento", "caduta" - può, come più volte abbiamo spiegato, essere generato da diversi fattori, che presi singolarmente o in alcuni casi anche insieme, possono creare una situazione di scarsa crescita del capello o appunto di caduta dello stesso.

Sono moltissime ad oggi le cause della calvizie o più in generale dell'effluvio, ma per fortuna la maggior parte di queste è da considerarsi come causa di calvizie non permanente, generando quindi una forma di effluvio spesso del tutto reversibile.

Tra queste, di particolare rilevanza è lo stress causato da un intervento operatorio, che in alcuni casi può essere tale da creare una condizione di stress anche del capello e di conseguenza una forma di calvizie.

Sono tre in particolare le forme di effluvio che possono essere generate o causate da un intervento chirurgico:

  1. Effluvio da pressione sanguigna: questo tipo di caduta dei capelli è conseguente soprattutto alla posizione supina forzata da una situazione post operatoria. Quando il corpo è condizionato dall'intervento chirurgico a rimanere su di una posizione supina, il flusso sanguigno che normalmente giunge fino alla testa è costretto ad allentare il suo corso, ed in alcuni casi ad arrestarsi. Ciò fa sì che il follicolo pilifero non riceva le sostanze nutritive adeguate alla crescita, generando così una situazione di effluvio del tutto reversibile. Molti chirurghi, al fine di evitare una calvizie localizzata nelle aree in cui vi è maggiore pressione, consigliano al paziente di muovere frequentemente la testa, al fine di evitare l'interruzione del flusso sanguigno.
  2. Effluvio da anestesia: la condizione di telogen effluvium generata dall'anestesia è solo temporanea, anche se in alcuni casi il follicolo pilifero può entrare in una fase di telogen effluvium per un periodo più lungo, condizionati dalla fase di totale riposo e rilassatezza dei muscoli in cui entra il corpo a seguito di un'anestesia. In ogni caso si tratta di una situazione del tutto reversibile e temporanea.
  3. Effluvio da perdite di sangue: il corpo è una vera e propria macchina, che si preoccupa di sfruttare le sue risorse nel modo migliore ed intelligente possibile. Quando vi è una situazione di emergenza come può essere ad esempio una forte emorragia in seguito ad un intervento operatorio, il corpo cerca di distribuire il sangue in maniera più equa possibile, ma il flusso sanguigno verso la pelle viene sostanzialmente ridotto per facilitare altri organi più importanti, e questo può generare una temporanea e reversibile interruzione di crescita del capello.