Anomalie e difetti del capello

Esistono al giorno d'oggi diverse cause di calvizie, alcune delle quali sicuramente ancora non del tutto conosciute: tra queste, rientrano certamente alcune anomalie o alcuni difetti del capello, che possono essere ereditari e congeniti ma che in moltissimi casi determinano una alopecia di tipo precoce.

Queste anomalie sono del tutto classificabili e rientrano in alcuni gruppi ben stabiliti: ricorderemo, tra questi, le alterazioni della regolarità del fusto, gli arricciamenti e la rottura del fusto.

Una breve classificazione ci aiuterà a comprendere meglio queste anomalie e questi difetti, e con molta probabilità anche a stabilire le conseguenze che essi possono creare nel capello e le eventuali cure da stabilire e da seguire per evitare un peggioramento e magari per migliorare la situazione.

  1. Alterazioni del fusto: si tratta di tutte quelle alterazioni della regolarità del fusto, che possiamo in alcuni casi definire congeniti, e nelle quali è possibile classificare:
  • Capelli affusolati;
  • Moniletrix;
  • Pohl-Pinkus;
  • Pali a baionetta;
  • Sacanalature longitudinali;
  • Pseudopili annulati;
  • Pseudomoniletrix.
      2. Rottura del fusto: Essa può essere la causa di diverse anomalie, tra cui:
  • Tricoclasìa;
  • Fratture fusiformi;
  • Tricorressi nodosa ed invaginata;
  • Tricoschisi e Tricoptilosi.
      3. Arricciamenti del fusto: gli arricciamenti possono causare:
  • Triconodosi;
  • Pili torti e semitorti;
  • Peli a spirale, a cavaturacciolo, peli circolari.