Calvizie: le cure

Poiché il problema della caduta di capelli è considerato al giorno d'oggi molto comune, sono stati effettuati nel corso degli anni parecchi studi al fine di comprendere sia le cause dei diversi tipi di calvizie che possono colpire un essere umano, sia i modi terapeutici per affrontare, caso per caso, questa patologia così diffusa e così ramificata.

Esistono infatti diversi tipi di calvizie, ed anche diversi stadi di caduta che è molto importante diagnosticare in maniera sicura e corretta al fine di non incappare in errori di valutazione e soprattutto in eventuali peggioramenti della "malattia": la calvizie va considerata a tutti gli effetti come una patologia da diagnosticare e da curare proprio per evitare che essa presenti una progressione nel tempo e che infine possa diventare irreversibile.

Per ogni stadio di calvizie e per ogni tipo di alopecia è molto importante trovare la terapia giusta, e proprio per questo motivo è fondamentale rivolgersi alle cure di un medico specializzato in grado di effettuare tutti gli esami diagnostici del caso ed attraverso questi risalire alla fonte del problema.

Ecco un breve riassunto delle diverse tipologie di cura individuate dagli specialisti in base al tipo di alopecia ed allo stadio in cui si presenta:

  1. Stadio iniziale: terapia cosmetica e farmacologica. Essa serve soprattutto a quegli individui che presentano una alopecia in fase iniziale, che hanno quindi iniziato a perdere i capelli e vorrebbero prevenire ulteriori cadute.
  2. Stadio medio ma stabile: trapianto di capelli. Si tratta di una terapia rivolta principalmente a quei soggetti per i quali la calvizie si trova già in una fase più avanzata e che eventualmente intendano mantenere i risultati ottenuti mediante altre tipologie di trattamento o prevenire un peggioramento.
  3. Stadio stabile o in fase di miglioramento: terapia fisica. Attraverso di essa, generalmente combinata con la terapia cosmetica e farmacologica, è possibile ottenere risultati ancora più efficaci anche se in realtà non può, da sola, supplire alla mancanza di altre terapie.
  4. Stadio avanzato: protesi e reinfoltimenti. Si tratta di un ulteriore metodo di cura considerato come l'ultima spiaggia per coloro che non sono riusciti altrimenti a migliorare la propria situazione patologica di calvizie.