Calvizie: secondo uno studio l'alopecia sarà curabile grazie alle cellule staminali

Si tratta per il momento di uno studio non del tutto verificato sull'essere umano, ma questa è certamente una di quelle notizie che possiamo ritenere interessanti per chi soffre di alopecia androgenetica - sia essa maschile o femminile - in quanto, qualora fosse confermata e le cure fossero realmente funzionali anche sull'essere umano, potrebbe certamente e di gran lunga rivelarsi un interessante passo in avanti nelle tecniche di cura contro la calvizie. 

Pare infatti che secondo uno studio diretto da un gruppo di ricercatori dell'Howiard Hughes Medical Institute e della Rockefeller University di New York, sia possibile curare la calvizie per mezzo delle cellule staminali: queste ultime, infatti, sarebbero in grado di sostituire i capelli e di dare vita ad un tessuto che rappresenta il nucleo adatto e ideale per la crescita delle ghiandole sebacee e pertanto per la crescita dei capelli sani. Fino ad ora si era riusciti ad ottenere risultati analoghi solo attraverso le manipolazioni genetiche, ma mai si era stati in grado di ricavare, dalle cellule staminali, un risultato così importante.

Per il momento lo studio è stato testato solamente su un gruppo di topi, ma le ricerche condotte dal ricercatore Elaine Fuchs stanno andando avanti e non c'è alcun motivo per pensare che non si possano ottenere i medesimi risultati anche sull'uomo.